Operazioni Rif. PA 2018-10699/RER-2018-10707/RER – 2018-10708/RER
Approvate con DGR 2142 del 10/12/2018
Operazioni Rif. PA 2019-12589/RER–2019 - 12590/RER–2019 - 12591/RER-2019
Approvate con DGR 1721/2019 del 21/10/2019
cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Ristorazione

Nel territorio di Forlì-Cesena si contano più di 2.700 imprese attive nel settore della ristorazione e dell’alloggio, pari al 7,5% del totale. Il cesenate e il forlivese sono tra i territori con il rapporto più alto tra bar/ristoranti e residenti. La categoria risulta molto dinamica, anche in merito all'apertura di nuove attività e il territorio si distingue soprattutto in termini qualitativi con un’ampia offerta che emerge dalla sapiente calibratura tra tradizione ed innovazione in tavola.
Si passa dall’osteria tradizionale a quella moderna, dalla trattoria al ristorante chic senza soluzione di continuità. Il settore è inoltre collocato tra i primi cinque settori delle imprese femminili attive nel territorio di Forlì-Cesena, in aumento dello 0,1% ed è tra i primi cinque settori delle imprese straniere attive del territorio, in aumento del 7,2%.

Attualmente, si è rilevato un record per la ristorazione nazionale (400.000 attività), con importi ai massimi storici: i consumi sfiorano più del 35% della spesa alimentare. Il concetto di “ristorante” infatti si è trasformato ed ampliato (ad esempio i bar che diventano tavole calde, le macellerie che aggiungono prodotti già cucinati, le catene, la ristorazione etnica, il food delivery), evidenziando un settore in forte crescita e con buone prospettive occupazionali.

 

AREE PROFESSIONALI

Produzione e distribuzione pasti